• Homepage
  • >
  • Gallery
  • >
  • PETER HAMMILL – Milano, La Salumeria della Musica – 14/11/2017

PETER HAMMILL – Milano, La Salumeria della Musica – 14/11/2017

  • by Paolo Carnelli
  • 27 Days ago

Atlantis is strange, the explosion of an age
No-one really knows what to do
And the city is a cage 
(Peter Hammill – Modern)

L’aspetto da simpatico vecchietto è ingannevole. L’inquietudine regna ancora nell’universo Hammilliano, come sempre. Il ruggito non era mai stato così potente, così crudo, così lacerante. La scaletta, tanto per non smentirsi mai, non riprende (quasi) nulla di quelle delle date precedenti di questa avventura italiana. Anzi, davanti a un pubblico rapito e attento, ci costringe a fare salti temporali con la memoria con brani come Shingle Song, Primo on The Parapet, Rubicon e la stralunata Skin. Al piano, non accordatissimo, ci piazza una bella Siren Song e una non riuscitissima Autumn, che, comunque, strappa un meritatissimo applauso in quanto capolavoro tout court. Trova spazio anche Sitting Targets e qualche estratto dal disco che (in teoria) starebbe “promuovendo”; la bellissima Torpor, Milked e Charm Alone, per la quale Peter dovrà ricorrere (incredibile ma vero) al classico foglietto con i testi, manco fosse Claudio Lolli! Chiude con un’adrenalinica Modern ma non si fa pregare troppo per un bis tranquillo (consolatorio?) al piano. Il pubblico, esperto ed eterogeneo è finalmente pago e l’artista abbandona la scena. Sipario.

Testi e foto di Antonio De Sarno

  • facebook
  • googleplus
  • twitter
  • linkedin
  • linkedin
  • linkedin