Codice C Live @ Kill Joy, Roma 18-02-2022 ( ed intervista )

Testo e Intervista: Lorenza Ricci Foto: Livia Nocco

Intervista a Danilo Cherni e Gianluca Capitani

Cosa è  il codice C , presentatevi

Il codice C è progetto voluto da Danilo Cherni e Gianluca Capitani rispettivamente tastiere e batteria ma in realtà entrambi compositori e cantanti ma logicamente in questo album abbiamo chiamato collaboratori, cantanti chitarristi bassisti.

Come è nata la collaborazione ?

Ci siamo conosciuti e subito trovati, avevo pensato di mettere su una cover band degli YES che si chiama DYESIS, tuttora esistente, ma avevo pensato ( Danilo Cherni ndr ) anche di fare brani inediti con questo gruppo, perché ci piaceva molto come suonavamo insieme. Ho scritto dei brani che poi sono andati nel disco. La cosa però finì li, perché solo io e Gianluca eravamo convinti sul progetto di fare brani originali. Gianluca mi disse perché non facciamo qualcosa noi due, a nome nostro e quindi cosi è partito il progetto codice C. 

Cosa via ha infuenzato nella creazione del primo album e poi nella vostra attività live ?

Veniamo da tante influenze, vista la nostra veneranda età, siamo passati dal rock a praticamente tutta la scena musicale dal pop, che facciamo tuttora, alla musica africana, irlandese, ambient, Metal, qualsiasi cosa. Essendo anche compositori, Danilo Cherni  ha composto anche per Antonello Venditti come bevenuti in paradiso, 21 modi per dirti ti amo, anche io ( Gianluca Capitani ) ho composto da sempre e uindi questa particolare passione per la melodia ci ha portato a creare il Codice C che viene si catalogato come Progressive Rock, ma è un progetto Rock più completo ovvero la somma di tutte le nostre esperienze e delle nostre preferenze

Vista la vostra vena creativa, avete idea di continuare con il codice C ? 

Altroché, stiamo gia lavorando al secondo Album che è già finito per quello che riguarda le composizioni e stiamo iniziando a registrare. Coinvolgeremo sicuramente altri artisti perché ci è piaciuto molto come è andato per il primo album ed abbiamo notato che è piacuta tanto anche al pubblico. A secondo dei brani capiremo chi coinvolgere.

All’inizio avevamo pensato di fare il prossimo album come quartetto quindi come ci esibiamo dal vivo ovvero Giacomo Anselmi per la chitarra e Andrea Casali al basso e voce. Ma l’idea di avere più ospiti, più sonorità, è una formula vincente e ci abbiamo ripensato. 

Foto: Livia Nocco