Francis Dunnery’s It Bites Tour @ Bush Hall 19-01-2020, Londra

  • by Claudio Lodi
  • 9 Months ago

Testo e Foto: Claudio Lodi

Come succede ogni anno Francis Dunnery, cantante e chitarrista degli storici It Bites, chiama un gruppo di amici musicisti, mette su una band e organizza qualche concerto portando in giro per l’Inghilterra la sua musica e quella degli It Bites… ovviamente questo anno Prog Italia ha deciso di non mancare alla tappa conclusiva del suo Once Around the World tour.
In realtà i concerti di Francis Dunnery sono dei veri e propri eventi e lo si nota subito dal pubblico, che appare, specialmente agli occhi di chi partecipa per la prima volta, come un gruppo di amici al pub, sia pure molto grande, mentre ascoltano musica e cantano insieme.
La Bush Hall è uno dei club storici della città, dove alla fine degli anni sessanta gli Who tenevano le prove dei propri tour; dal 2010 è uno dei locali londinesi più importanti.  Quindi domenica 19 gennaio un folto numero di amici e appassionati decidono di rispondere all’annuncio di Francis, così la Bush Hall diventa sold out ben prima della data prevista.

La band sale sul palco e “accende” la magia di una festa vissuta in sintonia con la musica, ormai inusuale in molti concerti troppo “patinati”. Il pubblico, coinvolto come non mai, canta ogni canzone dall’inizio alla fine, unendosi all’allegria e alla felicità insita nella musica degli It Bites, oggi come ieri. L’empatia di Francis coinvolge tutti, che tra una canzone e l’altra “godono” delle sue battute, dei suoi siparietti con la band e con personaggi “strani” sul palco, che portano acqua ed asciugamani.
La tecnica chitarristica di Dunnery è sempre ad alti livelli, notevole nella cover di Black Napkin di Frank Zappa (dall’album ZOOT ALLURES del 1976); anche la sua voce è sempre al massimo della forma e dell’espressività. Ma quello che colpisce è sicuramente la band, affiatata e composta da grandi musicisti, Peter Jones alle tastiere, Luke Machin alle chitarre, Bjorn Fryklund alla batteria, Quint Starkie alle voci ed effetti e Paul Brown al basso.  La musica degli It Bites non è facile da eseguire, lo stesso Dunnery in alcune interviste parla di brani complessi da rendere bene nella dimensione live in concerto; nonostante ciò il gruppo è stato capace di non far rimpiangere assolutamente gli It Bites! 18 brani che comprendevano l’album ONCE AROUND THE WORLD al completo, altri classici e alcuni brani del repertorio solista di Francis, oltre alla “chicca” zappiana, eseguita magistralmente come scritto sopra. Alla fine del concerto tutti sono rimasti nella sala della Bush Hall a parlare e ridere fino a tardi, pure Steven Rothery e Ian Mosley dei Marillion… d’altronde una “festa” così non poteva concludersi diversamente…

Se siete amanti della musica degli It Bites e di Francis Dunnery non mancate le prossime date, che replicheranno il tour appena concluso: 17, 18 e 19 luglio a Oswestry (nella contea dello Shropshire in Inghilterra) per la It Bites Convention. Noi di Prog Italia ci saremo 🙂

Setlist:
Kiss Like Judas
Black December
Yellow Christian
Plastic Dreamer
Staring at the Whitewash
Castles
Old Man and the Angel
Underneath Your Pillow
Feels Alright ( Peter Jones Song )
Just a Man
Hunting the Whale
Rose Marie
Black Napkins (Frank Zappa)
Midnight
Calling All the Heroes
Once Around the World
Still Too Young to Remember

  • facebook
  • googleplus
  • twitter
  • linkedin
  • linkedin
  • linkedin