Prog Italia N°42

E SONO 42 !! E ANCHE SETTE ANNI!

Con tante “cose” interessanti, come la coverstory su UOMO DI PEZZA de Le Orme, l’articolo su BEAT dei King Crimson, il ricordo di Gary Brooker dei Procol Harum, i 10 dischi più rari dei Pink Floyd, lo speciale su Villa Pamphili 1972, uno dei grandi festival “pop” italiani, lo splendido UR- degli Accordo dei Contrari, DNA dei Jumbo, l’esordio dei Mask Of Confidence nello spirito di Mick Karn dei Japan, CLOWNS della Nuova Idea, TENEBRE di Simonetti-Pignatelli-Morante, THREE GENERATIONS, esordio di un fantastico trio, “sospeso” tra jazz e sintetizzatori, come quello formato da Ares Tavolazzi, Christian Capiozzo e Leo Caligiuri

E ancora il nuovo album di Alex Carpani, la discografia degli Scorpions, dove trovano spazio fremiti psichedelici, hard blues e persino neoclassici, il fantasy prog degli Azure, la miscela avvolgente di Johnny Manchild, il ritorno degli Odessa e l’esordio de La cruna del lago. Il materiale interessante come al solito non manca!

Con questo numero si conclude il settimo anno di vita di «Prog Italia». Questo piccolo miracolo bimestrale è possibile grazie alle persone fantastiche che ci sostengono e qualche volta ci criticano… come è giusto che sia.

«Prog Italia» 42 è dedicato alla memoria di due persone a me care… Klaus Schulze, figura fondamentale per l’evoluzione della musica elettronica, che mi ha accompagnato in decenni di ascolti musicali con la sua opera ciclopica. È scomparso il 26 aprile a 74 anni, proprio mentre veniva annunciata l’uscita di un nuovo lavoro… Michele Scuffiotti, un nostro amico edicolante di Grosseto e, soprattutto, amico della musica. Il suo avamposto culturale lo aveva chiamato EdicolAcustica, dove faceva concerti, incontri o semplicemente parlava di emozioni con il suo sorriso sincero.